heade 22-10-2014r

PON_quadrato_02_167PON 2014-2020

sidebar

Giornale del Liceo
Meta

a

La programmazione delle attività curricolari del Liceo viene definita, tenuto conto delle indicazioni a livello europeo e nazionale, dai dipartimenti delle varie discipline, che fissano i parametri e i contenuti essenziali cui il singolo docente deve attenersi nella definizione del suo programma preventivo annuale: l’esposizione di prerequisiti, obiettivi e  programmi delle singole discipline è contenuta in un documento apposito che fa parte integrante del Pof del Liceo e che è liberamente consultabile agli atti dell’istituto Inoltre, i contenuti e le metodologie proposte devono essere adattati alla situazione e alle esigenze delle specifiche classi. Tale attività di adeguamento viene realizzata nell’ambito dei Consigli di classe ed è basata in parte sull’accertamento di alcuni livelli minimi di competenza, che sono così individuati:

a

PRIMO BIENNIO

a

Competenze di carattere generale

a

Si tratta di competenze valide per qualsiasi indirizzo di studio liceale, conseguibili nella scuola  secondaria di 1°, pur in presenza delle più diverse esperienze didattiche, e tali da costituire la base per uno studio proficuo di qualsiasi materia.

1)  Porsi in modo corretto nel rapporto con il docente e con i compagni; rispettare strutture e spazi.
2)  Abilità orali:
•    saper ascoltare in modo attivo la lezione, cogliendo i concetti chiave dei discorsi altrui
•    saper comprendere il senso delle domande
•    saper rispondere in modo pertinente
•    saper esprimere in ordine logico/cronologico fatti, informazioni e riflessioni;
3)  Abilità nella lettura:
•    saper comprendere un testo narrativo e/o espositivo semplice (classificare informazioni, distinguere cause e conseguenze)
4)  Abilità nella produzione scritta:
•    possedere le nozioni di base della ortografia e della morfosintassi italiana;
•    saper elaborare testi semplici ma coerentemente organizzati.

a

Competenze  specifiche

a

Area linguistica

     

Competenze valide per italiano, lingue antiche e moderne:

•    Saper leggere a voce alta in maniera espressiva
•    Possedere un bagaglio lessicale sufficiente alla comprensione di testi non     specialistici;
•    saper intuire servendosi del contesto il significato di  parole sconosciute;
•    saper utilizzare il dizionario;
•    Conoscere la morfologia e la sintassi della lingua italiana:
–  saper classificare le varie parti del discorso variabili e invariabili con particolare attenzione alla morfologia verbale
–  saper individuare gli elementi di base della frase semplice come soggetto, predicato, alcuni tipi di complementi: compl. oggetto, di specificazione, di termine, di mezzo, di luogo e di tempo.

a

Area matematica

     

Per quanto riguarda la matematica gli alunni dovranno:

1.    Conoscere le proprietà e la necessità degli ampliamenti degli insiemi numerici Naturali, Interi e Razionali.
2.    Saper operare nei vari insiemi numerici, in particolare: conoscere e saper applicare in modo sicuro
a)  Le operazioni in N, Z, Q e le loro proprietà;
b)  L’ordine delle operazioni e l’uso delle parentesi;
c)  Le proprietà particolari di 0 e 1;
d)  Le potenze e le relative proprietà;
e)  La scomposizione di un numero in fattori primi;
f)  Il MCD e  il mcm tra numeri naturali.
3.    Saper applicare proporzioni e percentuali
4.    Conoscere la proporzionalità diretta e inversa e saperla rappresentare nel piano cartesiano
5.    Saper risolvere semplici equazioni
6.    Conoscere i concetti fondamentali della geometria piana:
a)  classificazione e proprietà di segmenti, angoli;
b)  classificazione  proprietà di triangoli, quadrilateri e poligoni in generale;
c)  saper calcolare area e perimetro di figure piane.
7.    Conoscere il sistema metrico decimale
8.    Saper risolvere semplici problemi.
  

a

Area scientifica

     

Oltre ad alcune competenze minime dell’area matematica ( saper applicare proporzioni e percentuali, conoscere la proporzionalità diretta e inversa e saperla rappresentare nel piano cartesiano, conoscere il sistema metrico decimale e saper risolvere semplici problemi) gli studenti dovranno:

•    Conoscere il metodo scientifico sperimentale e avere abitudine all’osservazione; essere consapevoli che le teorie scientifiche sono in continuo sviluppo.
•    Avere consapevolezza della storicità dei fenomeni naturali
•    Avere consapevolezza dell’esistenza di linguaggi tecnici
•    Possedere i concetti di materia ed energia ( consapevolezza che sulla Terra esiste un continuo flusso di energia)
•    Conoscere le basi della teoria atomica.
•    Conoscere il concetto di stato di aggregazione della materia e i cambiamenti di stato
•    Possedere il concetto di teoria cellulare.
•    Avere la consapevolezza della posizione della Terra nel sistema solare.
•    Possedere nozioni elementari di geografia fisica (distribuzione delle masse continentali ed oceaniche e delle principali catene montuose).
•    Conoscere il significato di grandezza fisica e saper  eseguire misure di alcune grandezze fondamentali (volume, peso, tempo)
•    Saper  utilizzare il computer, a un livello elementare, come strumento per l’elaborazione e rappresentazione dei dati.

a

SECONDO BIENNIO E ULTIMO ANNO

     

a

1)   Aver acquisito un adeguato metodo di studio:
a – saper  programmare il proprio apprendimento;
b – saper prendere appunti;
c – saper elaborare schemi.
2)   Saper distinguere i fatti dalle opinioni.
3)  Saper articolare un discorso argomentativo e saper distinguere le diverse interpretazioni di un testo, un fatto, un pensiero, un’ immagine.
4) Possesso e padronanza linguistica tali da poter accedere ai linguaggi specifici di ogni singola materia.
a


Print Friendly

logo-albo-online

Amministrazione Trasparente

Docenti e ATA
Brochure

Opuscolo Illustrativo del Liceo

Statistiche
Visitatori oggi: 61
Online ora: 3
INFORMATION

English Française Deutsch Español