heade 22-10-2014r

PON_quadrato_02_167PON 2014-2020

sidebar

Giornale del Liceo
Meta

aa

Il Liceo attiva progetti di gemellaggio elettronico (E-twinning) secondo metodologie diversificate e con paesi e lingue differenti:


a

Se promener en Europe (Azione Comenius)

Questo video e quest’articolo di Chiara Zannelli sono la conclusione, i prodotti finali di un percorso iniziato lo scorso anno con la classe per avvicinarsi a quell’Europa che spesso i ragazzi non riescono a comprendere e della quale spesso ignorano l’importanza… attraverso il contatto diretto con altri Paesi europei ( progetto eTwinning con scuola spagnola e rumena, viaggio di istruzione a Parigi, visita di Bruxelles e del Parlamento europeo) tutto è diventato più vicino, come dicono loro… just in a click…..
Il video è stato realizzato dagli studenti di VC con la collaborazione della IIIC, anche lei coinvolta in un progetto eTwinning e filmato esclusivamente a Bruxelles tra le sale del Parlamentarium e la piazza del parlamento…. Buona visione!


E’ stato pubblicato sul sito di Indire un articolo sul Progetto E-twinning realizzato dal Liceo “Se promener en Europe”, uno dei 15 vincitore del premio E-twinning Italia 2013.


Nel pomeriggio del 2 dicembre 2013, presso la biblioteca dell’ IIS 8 Marzo-Lorenz, la prof. Antonella Ciriello, ambasciatrice etwinning , ha presentato il programma di formazione etwinning previsto per l’anno scolastico 2013/14 indirizzato a docenti dell’Istituto 8 Marzo e del Liceo Majorana-Corner. Nel corso dell’incontro sono intervenute, in videoconferenza, ambasciatrici di altre regioni che hanno presentato i loro progetti di alta qualità in moltissime discipline dalla matematica, all’educazione fisica, storia, filosofia, statistica ecc., evidenziando come questa programmazione sia perfettamente inseribile nella didattica curricolare e come sia perfettamente rispondente alle indicazioni europee ( Trattato di Lisbona) e alla riforma degli Istituti di Istruzione Superiore. Due studenti di 5 C del Liceo Majorana hanno presentato il progetto etwinning dello scorso anno scolastico, Se promener en Europe, che si è aggiudicato il premio nazionale etwinning . I due studenti hanno relazionato il contenuto e le fasi del progetto stesso e ne hanno evidenziato i risultati e i benefici riportati dalla classe. Il prossimo 6 dicembre la prof.ssa Ciriello si recherà a Firenze a ritirare il riconoscimento ufficiale al progetto stesso. Nelle immagini due momenti dell’incontro (Cliccare per ingrandire)

4 1

Il progetto “Se promener en Europe”

Nel corso dell’anno scolastico 2012/13 la classe IV C ha iniziato un progetto etwinning con una classe rumena dal titolo ‘ Se promener en Europe’ Gli obiettivi principali sono : la comunicazione e lo scambio di idee con coetanei di un altro Paese europeo; imparare a lavorare in gruppi misti di nazionalità, ad utilizzare le nuove tecnologie per la raccolta e la produzione di materiali; e migliorare la cittadinanza europea attiva, scoprendo punti d’interesse storico, artistico, sportivo, ambientale comuni tra i partners di nazioni diverse. Il progetto, in lingua francese e inglese, coordinato a scuola dagli insegnanti, vede gli alunni protagonisti attivi nelle scelte dei contenuti come nella preparazione dei materiali. Le competenze acquisite e/o rinforzate saranno la base per poter vivere meglio la cittadinanza europea, in una futura realtà di maggiore condivisione e compartecipazione tra cittadini europei.


I progetti etwinning: nuovi ambienti di insegnamento/apprendimento

A partire dall’anno scolastico 2012/13 il liceo Majorana-Corner, come sempre aggiornato sulle nuove metodologie d’insegnamento, ha inserito nella propria offerta formativa la metodologia etwinning azione Comenius, la più grande community online di insegnanti europei per il confronto, l’aggiornamento e la programmazione. Gli insegnanti iscritti ad etwinning possono partecipare a ‘learning events’ online in moltissime lingue europee, ritrovarsi nei ‘gruppi’ di lavoro per materia o per interesse e partecipare a conferenze online.

Inoltre, i docenti possono usufruire di una vasta biblioteca online con progetti già terminati e materiale riutilizzabile per le proprie lezioni. Soprattutto possono iniziare un progetto multimediale tra un gruppo di alunni della loro classe e più gruppi di alunni europei. La progettualità online, oltre a stimolare il confronto tra alunni, è una grande sorgente di aggiornamento per gli insegnanti che si aprono all’Europa, grazie al miglioramento delle capacità linguistiche e soprattutto alle TIC.


Das Bild der Anderen: Non solo in Germania ….

 

La diversità di lingua spesso è un grande ostacolo alla conoscenza tra persone, e spesso ciò che non si conosce viene limitato dentro la stretta forma dello stereotipo che alimenta pregiudizi e divisioni. Ma studiare una lingua straniera significa in primo luogo proprio superare lo scoglio della diversità dell’ idioma e delle difficoltà che essa può rappresentare, per scoprire quanto di ricco e di nuovo e spesso anche di affine vi sia nell’ „altro”, al di là dell’”immagine” che ha di lui.

Il Progetto “Das Bild der anderen” (L’immagine dell’altro), promosso dal Goethe Institut, prevede un E-Twinning (scambio epistolare tramite E-mails) tra alunni di varie parti del mondo, utilizzando il tedesco – da tutti studiato come lingua straniera – quale lingua veicolare.

 Infatti, non solo in Germania o negli altri paesi tedescofoni (Austria, Svizzera e Liechtenstein) – dove cioè il tedesco è lingua ufficiale – si può utilizzare tale lingua come strumento di comunicazione.
Il tedesco, oltre a essere assieme al francese la 2^ lingua straniera più studiata nei paesi EU, viene infatti appreso anche in molti paesi dell’Est europeo – Russia, Lituania, Ucraina, Georgia … -, come pure in Turchia, Camerun, Mongolia, Stati Uniti, Vietnam e molti altri.

Quale motivazione migliore per mettere subito in pratica quanto appreso in maniera teorica attraverso lo studio e l’esercizio in classe?
La St.Joseph School di Malta, il Liceo Palokan koulu di Palokka (Finlandia) il Liceo Kazimierz Wielki di Czestochowa (Polonia): ecco alcuni degli istituti partner.
Attraverso il tedesco, spesso arricchendo le proprie lettere con fantasia di foto e decorazioni, gli alunni hanno potuto stringere amicizia con coetanei di paesi lontani, approfondire le loro abitudini e tradizioni, constatando da ultimo che sono molti di più gli aspetti comuni che li legano che non le differenze.

aa


Print Friendly

logo-albo-online

Amministrazione Trasparente

Docenti e ATA
Brochure

Opuscolo Illustrativo del Liceo

Statistiche
Visitatori oggi: 144
Online ora: 2
INFORMATION

English Française Deutsch Español